1

vb f v r

VERBANIA - 24-10-2020 -- Il Covid-19 frena

anche il Verbania. Ieri la società biancocerchiata è venuta a conoscenza che nelle famiglie di due suoi calciatori sono stati riscontrati casi di positività al coronavirus. Nessun tesserato risulta al momento contagiato ma, in via precauzionale, il club ha chiesto -e ottenuto- dal comitato regionale Piemonte-Valle d’Aosta della Lega nazionale dilettanti, che la partita di domani con l’Oleggio venga rinviata. Al “Pedroli”, dunque, non si giocherà domani, così come in altri cinque campi del girone A di Eccellenza. Il 7° turno andrà in scena a scartamento ridotto, con sole 3 partite su 9 previste. Questa situazione è la cartina di tornasole di un sistema (quello del calcio dilettantistico) che, così come è stato strutturato in questa difficile stagione, non può reggere alla prova dell’epidemia. Al momento non esiste un preciso protocollo sanitario per gestire i casi di positività, o di isolamento fiduciario. Del resto anche tra i professionisti, come dimostrano i casi di Juve-Napoli e i rinvii del Genoa, la cui prima squadra è diventata un focolaio, la situazione si gestisce con molta difficoltà. Figuriamoci tra i dilettanti, dove le risorse organizzative ed economiche non consentono tamponi ravvicinati o “bolle” in cui isolare le squadre.

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.