1

52609144 820541074951285 3405118168975278080 n

GHIFFA - 22.02.2019 - Dire Valentino Rossi è parlare del campione di motociclismo più amato nell'universo mondo, con milioni di fan che farebbero di tutto pur di accaparrarsi una "reliquia" del "Doctor". Ma ottenerla è un privilegio. Lo sa bene, ma ormai si sta abituando all'idea, il parroco di Ghiffa don Angelo Nigro, che per la terza volta, attraverso i buoni uffici della madre di Valentino, Stefania Palma, è riuscito ad ottenere un casco originale con tanto di firma autografa del nove volte campione del mondo. Il casco del "Doctor" sarà venduto ed il ricavato andrà finanziare quel campo da tennis nel barrio di Santa Catalina, nella periferia di Montevideo (Uruguay) per il quale il sacerdote da un anno si prodiga a raccogliere fondi, con l'obiettivo finale di educare i ragazzi di strada attraverso la disciplina tennistica (qui la storia).   
"La madre di Valentino è sempre gentile - afferma don Angelo - io so che ricevono questo tipo di richieste da ogni parte, ne sono subissati. Ma evidentemente si fidano dei nostri progetti solidali, e per questo fa ancora più piacere che rispondano così".  
Come accennato in precedenza, nei tre anni passati il parroco era riuscito a ottenere già due caschi del campione, poi messi in vendita per la realizzazione di un campo da calcio in Congo e una torre dell'acqua in Kenya.
E mentre il suo casco andrà a fare del bene ai bambini di santa Catalina, il campione Valentino si prepara ad affrontare, alla non più tenera età di 40 anni, un altro Motomondiale, al via il 10 marzo, sul circuito di Losail nel Qatar. In caso di vittoria a Ghiffa suoneranno le campane?

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.