1

stresa 2019

STRESA- 16-09-2018- Lo Stresa fa il suo esordio in serie D contro la Fezzanese di mister Sabatini, nello storico stadio di Sarzana. Terreno in perfette condizioni e una giornata calda ed assolata, con la brezza marina che rinfresca il pubblico in tribuna. La Fezzanese si schiera con un 4-3-1-2 con Greci tra i pali, Lapperier, De Martino, Zavatto, Stella nel modulo difensivo. A centrocampo Grasselli, Monacizzo e Cecchetti. Capitan Baudi agisce da trequartista alle spalle di Bruzzi e Diallo. Lo Stresa risponde con un 5-3-2 con Boari tra i pali, Tuveri, Diaw, Bratto, Agnesina e Gallo nel modulo difensivo. A centrocampo detiene le chiavi della manovra capitan Frascoia con Vanzan sulla destra e Gilio che opera in mancina. Davanti Brugnera e Armato. La partita entra subito nel vivo con Tuveri che al 3’ scodella dalla destra un cross per l’accorrente Armato. Il tiro però finisce alto sopra i pali. Al 5’ Gilio serve in verticale per Armato che si trova in prossimità della linea di fondo, ma non riesce a far sua la sfera. Al 9’ cross di Grasselli sul quale Bratto in netto anticipo chiude i giochi. All’11’ la Fezzanese va vicinissima al gol con Bruzzi che prova a concretizzare il corss di Stella, ma la palla finisce a fil di palo. Sul capovolgimento di fronte Armato si trova a tu per tu con Greci, il suo tiro è potente ma centrale e il portiere di casa non ha problemi a far sua la sfera. Al 15’ Agnesina imperioso in chiusura su Diallo, proiettato a rete. Al 27’ occasione nitida per lo Stresa , Tuveri crossa al bacio per Brugnera che davanti alla porta colpisce di testa, ma la palla sbatte sul palo. Al 32’ ancora Brugnera in attacco, stoppala palla, la mette sul destro e va al tiro, la palla però finisce a lato del palo difeso da Greci. Al 42’ Frascoia batte un calcio di punizione morbido alla ricerca di Agnesina che riesce solo a sfiorare la sfera, così come Vanzan che sul secondo palo può solo veder uscire la palla dal campo. Al 44’ Grasselli ci prova da fuori area, ma il tiro è oltre i pali difesi da Boari. Al 45’ cross di Baudi alla ricerca del colpo di testa di Diallo, ma Tuveri allontana il pericolo. Nella ripresa nessun cambio, al 2’ Baudi prova la progressione con tiro, ma il tocco di Tuveri e poi la parata di Boari spengono il pericolo. Al 3’ Bruzzi serve Baudi, ma Bratto imperioso intercetta la sfera. Al 4’ ancora Bruzzi prova il tocco sotto per Diallo che tutto solo va al tiro. La palla è toccata e si impenna in corner. Dalla bandierina Cecchetti, ma Bratto allontana dall’area. Galeazzi manda tutta la panchina ad effettuare il riscaldamento. Al 12’ Cecchetti serve Bruzzi che poi scaglia il cross per Diallo. Gallo anticipa mandando in corner e poi rimane dolorante a terra. Gallo non ce la fa e al suo posto Galeazzi inserisce Milanese. Si ritorna al corner dove Baudi effettua un cross in direzione di Diallo, ma il suo tiro finisce altissimo oltre i pali di Boari.  Al 20’ corner di Frascoia che dopo un batti e ribatti in area arriva ad Agnesina che prova la girata, ma senza impensierire Greci.  Al 29’ la Fezzanese passa in vantaggio con Baudi. L’azione parte dalla rimessa laterale, Diallo tocca di testa e capitan Baudi al volo batte Boari. 1-0. Girandola di cambi nel frattempo con la Fezzanese che inserisce anche Corvi Dallara, attaccante partito dalla panchina a causa di qualche problema muscolare, ma che da subito si rende pericoloso. Al 37’ cross teso di Baudi e Corvi va a colpire di testa con la palla che sfiora la traversa. Galeazzi inserisce Eliseo al posto  di uno stremato Tuveri, Dervishi per Vanzan e Bernabino per Bratto, nel tentativo di riagguantare il pareggio.  Al 47’ punizione di Frascoia altissima in area ed è bravissimo Greci nell’uscita in presa alta. Sono cinque i minuti di recupero decretati dall’arbitro, ma il risultato non cambia. Lo Stresa nonostante una buona prova perde contro la Fezzanese.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.