1

volley palla alta muro bistrot

DOMODOSSOLA- 13-02-2017- Bella partita quella andata in scena

domenica scorsa al Palaspezia e che ha visto fronteggiarsi il Bistrot2mila8volley Domodossola e la capolista, ancora imbattuta e a punteggio pieno, Pallavolo Valsusa: “I valsusini – spiegano dalla società ossolana- hanno confermato il pronostico aggiudicandosi il match con il punteggio di 1 a 3, ma Domo ha venduto cara la pelle e a tratti ha giocato alla pari, riuscendo a strappare il terzo set della stagione al Valsusa (prima di domenica la squadra torinese si era lasciata alle spalle solamente due parziali). Bella anche la cornice di pubblico con un Palaspezia bello gremito e pronto ad incitare i giocatori domesi.

Si parte nel primo set con Marmo in regia, opposto De Vito, centrali Bracchi e Conti, schiacciatori Baccaglio e Piroia, libero Turci. l'inizio è shock per i domesi che vanno subito sotto 0 a 4 e poi 2 a 8. La squadra di De Vito commette troppi errori, mentre gli ospiti sono abili a sfruttare ogni contrattacco. Lentamente però la squadra domese si riprende e si avvicina agli ospiti sul 12 a 13. Marmo trova in Baccaglio e Piroia due certezze in attacco, qualche difesa e qualche muro in più fanno la differenza. Si procede così punto a punto fino alla fine del set. Domo si gioca la carta "doppio-cambio" ed entrano in campo Lo Bello per Marmo e Savoia per De Vito. Gli ossolani avrebbero anche la carta per pareggiare i conti sul 21 pari, ma non chiudono ed è Valsusa ad essere più cinica portandosi sull' 1 a 0 (22 a 25).

Nel secondo set è sempre Valsusa a fare la voce grossa. Domo non trova le giuste contromisure e i Valsusini partono nuovamente in vantaggio. A metà set entra Galeazzi per Piroia, ma il risultato non cambia: 0 a 2 Valsusa (15 a 25).

Nel terzo set De Vito prova a cambiare qualcosa: sposta il figlio Davide in posto "quattro" come schiacciatore e Piroia opposto. In campo in regia c'è Savoia (già entrato nel secondo set). Il cambio però non sembra dare buoni effetti ed è sempre uno spietato Valsusa che passa subito a condurre fino al massimo vantaggio di 7 a 15. Quando il match sembra destinato ad un veloce epilogo Domo si desta, come già successo in altre occasioni in questo campionato. Una serie di ottimi muri del giovane Conti e di De Vito oltre ad alcune buone difesi finalizzate da contrattacchi, riportano Domodossola a galla. La ciliegina sulla torta è il doppio cambio con Marmo e Lo Bello  in campo (fatto per alzare il muro e garantire sempre tre attacchi in prima linea ai domesi). Il cambio sortisce l'effetto sperato e il Bistrot si porta sul 24 a 21. Un finale al cardiopalma per i tanti tifosi presenti con i bianco-blu che non chiudono i successivi due palloni (23 a 24), ma al terzo tentativo Domo mette giù la palla set e si va così sull' 1 a 2.

Il quarto parziale però vede nuovamente il ritorno perentorio degli ospiti ben intenzionati a non lasciare neanche un punto per strada: Valsusa prende ottimamente le misure a muro, è precisa in ricezione permettendo al regista di mandare a segno tutti i suoi attaccanti. Risultato finale 16 a 25: 1 a 3 Valsusa.

Domodossola però ha poco da rammaricarsi. Ha giocato a viso aperto contro la squadra più forte e completa del campionato (i risultati fin qui ottenuti lo testimoniano), rischiando quasi di portare il match al tie-break. Davanti in classifica il Borgofranco ha perso in casa del giovane Santhià 3 a 2 e rimane quindi a sole 4 lunghezze da Domodossola con lo scontro diretto ancora da giocare. Il Volley Santhià sarà il prossimo avversario proprio del Bistrot che non potrà contare per l'occasione su Baccaglio. Sarà uno dei match decisivi della stagione anche perché il week-end successivo ci sarà la pausa per le finali di Coppa Piemonte e poi Domodossola giocherà tre matches consecutivi in casa che dovrebbero essere sulla carta più abbordabili”.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.