1

b bistrot volley muro

DOMODOSSOLA- 05-05-2016- Un’altra prova d’orgoglio per i ragazzi del Bistrot2mila8volley che sabato scorso erano impegnati in casa della terza in classifica, l’Ovada in piena corsa play-off ad una giornata dal termine. Dopo la bella prova nel Derby di sette giorni prima contro il Verbania, Poletti & compagni si sono ripetuti sabato disputando un altro bel match e uscendo a testa alta dopo quasi 2 ore di gioco, tra gli applausi del pubblico di casa e i complimenti degli avversari. Anche questa volta il match si è chiuso con una sconfitta per 3 a 1, ma i domesi di De Vito sono andati vicinissimi al tie-break, che per l’Ovada avrebbe significato perdere almeno un punto fondamentale in chiave play-off.
Domo arriva al match decimata da infortuni e defezioni con solo 8 atleti a referto (rispetto a sette giorni prima nel derby mancavano i tre Under 17 - tenuti a riposo visto che il giorno dopo avrebbero dovuto affrontare un’altra trasferta nell’ultima gara del campionato di categoria- e Baccaglio, assente per motivi lavorativi), ma non ci sta a fare la parte della vittima sacrificale e anzi scende in campo con la voglia e la determinazione per onorare fino all’ultimo il campionato, nonostante l’obiettivo della salvezza già raggiunto da diverse settimane. Coach De Vito parte con Savoia in regia, ancora convalescente a causa di una forma influenzale che l’aveva colpito in settimana, il figlio Davide opposto, centrali Grazioli e Brusa, schiacciatori Piroia e Poletti, libero Turci. 
Nel primo set la squadra parte male, un po’ contratta e probabilmente ancora scombussolata dal lungo viaggio. Il servizio avversario mette in difficoltà la ricezione domese e la squadra fatica a trovare soluzioni vincenti (25-14). Nel secondo però Domo entra in campo con la giusta grinta e voglia di giocare: la squadra si diverte, Poletti e Piroia sono inarrestabili da posto 4 e i padroni di casa, consapevoli di non potersi permettere passaggi a vuoto, iniziano ad innervosirsi. A Domo riesce tutto facile e la squadra chiude 23 a 25. Nel terzo set tornano le difficoltà del primo parziale e l’Ovada può controllare agevolmente chiudendo 25 a 11. Nel quarto set però esce nuovamente l’orgoglio di un Domo che non muore mai: i domesi sono in vantaggio fino al 16 a 14, poi si procede punto a punto. Ovada sa benissimo di non poter più sbagliare e si affida al suo giocatore più rappresentativo. Sul 20 pari è l’opposto ligure a chiudere il parziale per Ovada con attacchi e muri vincenti. Risultato finale 25 a 12. 
Pubblico casalingo, dirigenti e staff dell’Ovada a fine partita si complimentano con la squadra domese per l'atteggiamento messo in campo e la prestazione disputata: cosa probabilmente che vale più di tante vittorie.
Sabato alle 18:00 al Palaspezia arriva il Santhià (secondo in classifica) per l'ultima giornata di campionato. Sarà sicuramente l'occasione per chiudere positivamente questa stagione.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.