1

App Store Play Store Huawei Store

Oleggio Junior basket

OLEGGIO- 28-12-2020-- Anche in questo secondo lungo stop l’attività dell’Oleggio Junior Basket sezione Minibasket non si è mai fermata.  Lo staff, guidato dal responsabile del settore Andrea Prato, in questo mese e mezzo ha proposto a tutti gli Squaletti tanti appuntamenti e non solo di basket. Il tutto è cominciato con la settimana di Halloween quando gli istruttori, hanno macinato un po’ di chilometri per Oleggio e comuni limitrofi citofonando nelle case di tutti gli atleti con una dolce sorpresa: cioccolatini gentilmente offerti da Laica. Tutti i bambini sono stati, poi, coinvolti in una mega sfida che ha creato classifiche e punteggi con premi finali annunciati il 22 dicembre, ultimo allenamento prima della pausa delle festività. Una modalità che lo staff ha scelto di adottare per stimolare sempre i mini Squali. Ogni settimana ai rispettivi gruppi sono stati proposti: due allenamenti online, una partita e una missione “off line”. Gli allenamenti sono stati di minibasket, alternati per i più piccoli con appuntamenti creativi.
Per tutti, in quantità maggiore per i più grandi, si sono organizzate anche le partite: vere e proprie sfide (grazie a Cuneo Granda College per l’ispirazione) di ballhandling, memory, quiz, “Trova le differenze”. Nell’arco delle settimane i miniSquali hanno affrontato gli amici di Novara Basket, Lonate Basket, Cat Vigevano, Vado Ligure, Fulgor Basket e Olimpo Alba. E poi ancora, le sfide “offline”: per quattro settimane natalizie gli istruttori hanno inviato videomessaggi agli atleti proponendo gare di tiro, di tiri “strane”, di tiri “impossibili” e una creativa, inventare una pallina natalizia da appendere all’albero e per fare anche canestro; tanti i video arrivati allo staff. Il tutto con l’obiettivo, per i bambini, di accumulare punti per la mega classifica. E gli ultimi punti sono stati assegnati martedì 22 dicembre con la Tombola: i bambini sono stati invitati a realizzare una cartella personale (premiate le più creative) e per la cinquina e la tombola sono stati dati anche piccoli premi.
Un mese e mezzo intenso, difficile perché la mancanza della palestra e dell’essere tutti insieme si è fatta sentire, ma alleggerito dalla possibilità di potersi in qualche modo vedere. Il Natale ha offerto anche la possibilità di rivedersi dal vivo, anche se per poco: i bambini sono stati invitati, scaglionati per evitare assembramenti, al palazzetto per ritirare una dolce sorpresa donata da Laica. Negli occhi, alcuni lucidi, dei bambini la voglia di tuffarsi sul parquet e cercare la palla da basket.
«Sono molto soddisfatto - dice il responsabile Minibasket Andrea Prato – non è stato facile reinventare tutto, è completamente diverso da ciò che facciamo sul campo, ma era giusto e doveroso mantenere il legame con e fra i bambini e con le famiglie. Fare basket magari in una stanza non è semplice ed è diverso dalla realtà, quindi abbiamo pensato anche a momenti non solo cestistici, ma comunque utili per quando torneremo in palestra e penso alle capacità visive e attentive stimolate con i giochi di memoria per esempio. A nome della società ringrazio tutti i bambini, ma in modo particolare il ringraziamento va alle famiglie».

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.